Progetto RETE A: mercoledì 27 dicembre la presentazione a Salerno

Progetto RETE A mercoledì 27 dicembre la presentazione a Salerno

Progetto RETE A: mercoledì 27 dicembre la presentazione a Salerno

Mercoledì 27 dicembre, a partire dalle 15:00 presso la Casa del Volontariato a Salerno, si terrà la presentazione del progetto RETE A.

RETE A progetto è promosso dall’associazione “Famiglie in gioco” e finanziato dalla Regione Campania con risorse statali del Ministero del lavoro e delle Politiche sociali.

Scarica la locandina

 

IL PROGETTO

Il progetto propone la valorizzazione di un modello di intervento ad ampio spettro orientato a fronteggiare comportamenti sia in termini preventivi che terapeutici- riabilitativi capace di introdurre un approccio sistemico- ecologico e di rete nell’intercettazione, primo contatto, consulenza, valutazione della motivazione alla presa in carico nei servizi di cura. Si realizzerà una “filiera della cura” attraverso percorsi e metodi di lavoro condivisi tra i partenrs per potenziare la capacità di intercettazione dei bisogni e favorire l’accesso alla cura adottando strategie funzionali e multidisciplinari, integrando i servizi per il DGA e le altre addiction dei Dip. per le Dipendenze con le best practices del Terzo Settore attraverso il lavoro delle Associazioni Famiglie in gioco, Granello di Senapa, Gruppo Logos, Il Gabbiano, Filotea e collaborando con la Fondazione Antiusura Nashak per il trattamento delle situazioni debitorie come parte integrante del percorso di cura. progetto coordinato dai partners con esperienza curriculare documentata in sinergia con i servizi pubblici.

I territori coinvolti nella progettazione sono stati attenzionati per tre motivi: l’alta diffusione del fenomeno del gambling e delle altre psicopatologie correlate alle addiction chimiche e comportamentali; la carente offerta di servizi di accoglienza e soprattutto di trattamento e riabilitazione; un interessante processo di attivazione della comunità locale nelle sue diverse espressioni per contrastare o ridurre i fenomeni di disagio individuale e familiare correlati all’azzardo e all’alcol.

ATTIVITÀ PREVISTE

  • ASCOLTO TELEFONICO attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00.
  • ASCOLTO, ACCOGLIENZA E ORIENTAMENTO AI SERVIZI: 5 Sportelli di Ascolto “Punto A” con sede a Salerno, Sant’Arsenio, Angri, Agropoli e Giffoni Valle Piana.
  • ACCOGLIENZA ED INVIO: presa in carico ed inserimento della famiglia in programmi di trattamento e riabilitazione dall’addiction e dai problemi ad essa correlati; programmi di riabilitazione
    economica e finanziaria.
  • AVVIO DI SPECIFICI PROGRAMMI DI COLLABORAZIONE PER IL SOVRAINDEBITAMENTO E CONSULENZA
    LEGALE.
  • FORMAZIONE ed aggiornamento .
  • PROMOZIONE DI UNA CULTURA DELLA SALUTE attraverso incontri di sensibilizzazione e di prevenzione
    sui comportamenti a rischio.

Obiettivi

  • prevenzione e contrasto delle dipendenze;
  • promozione e sviluppo della cultura della salute e della prevenzione;
  • rafforzamento della prevenzione dell’uso di sostanze stupefacenti e del consumo di alcol, in particolare tra i giovani;
  • sviluppo delle reti associative del Terzo Settore e rafforzamento della loro capacity bulding, funzionale all’implementazione dell’offerta di servizi di supporto agli enti del Terzo settore.

Info
tel. 375/5056720
Email progettoretea@gmail.com

CAPOFILA

Famiglie in gioco nasce nel aprile del 2005 in seno a “Fuorigioco” programma per il trattamento del Gioco d’Azzardo promosso dal Gruppo Logos. L’associazione promuove l’ informazione e la sensibilizzazione corretta sulla conoscenza dei problemi legati al gioco d’azzardo; collabora e coopera con i servizi pubblici, privati e con le realtà che agiscono nel settore della prevenzione e del trattamento del gioco d’azzardo; attraverso la divulgazione scientifica e la testimonianza personale, offre la possibilità di intraprendere percorsi di liberazione
dalla dipendenza dal gioco d’azzardo, valorizzando in particolare modo le esperienze di Auto-Mutuo-Aiuto e i trattamenti incentrati sull’approccio della comunità multifamiliare. E’ membro del CONAGGA (Coordinamento- Nazionale Gruppi per Giocatori d’Azzardo) e del Coordinamento Regionale Mettiamoci in gioco. Ha sede a Salerno in via M.Pironti, 14.

ASSOCIAZIONI PARTNER

Il Gruppo Logos associazione di volontariato attiva nel campo dei problemi causati dall’alcol e da altre sostanze (tabacco, stupefacenti, psicofarmaci) e da comportamenti (gambling, gaming, nomofobia, internet addiction) nasce a Salerno nel 1988.Nel campo delle addiction ha adottato il modello ecologico sociale, creato da Vladimir Hudolin negli anni ’60 per il trattamento dei problemi alcolcorrelati e successivamente applicato ad ogni forma di disagio correlato ad altre forme di attaccamenti, com’è documentato dalla positiva esperienza dei programmi di intervento su azzardo e new addiction avviati a Salerno negli ultimi 30 anni. Si occupa di accoglienza e trattamento dei problemi correlati alle addiction; di sensibilizzazione, formazione e aggiornamento nel campo del trattamento, della prevenzione primaria e della promozione della salute; di ricerca, studio e documentazione anche on-line su addiction, di promozione della salute, lavoro di rete, mutualità e self help, lotta all’esclusione sociale, promozione dei diritti di cittadinanza; di progettazione nel campo della promozione della salute, l’inclusione sociale e lo sviluppo solidale.

L’Associazione FILOTEA nasce a Salerno nel 2006, dal desiderio e dalla volontà di unire le forze ed esperienze di storici operatori del sociale di diverse estrazioni e settori. Collabora da anni con Istituzioni e Enti Ecclesiastici. L’associazione Filotea non ha scopi di lucro e persegue finalità prettamente sociali ed umanitaria e svolgendo molteplici attività assistenziali volte alla tutela della persona, della famiglia e dell’ambiente sull’intero territorio provinciale e nazionale. Ha sede legale nella parrocchia antica di Sant’Eustacchio Martire di Pastena in Salerno, dove ha iniziato ad operare nel 1995 e ha redatto e registrato il suo primo statuto nel 2006. La sede operativa è
in via Ligea 16, Salerno.

L’organizzazione “il Gabbiano” si impegna per la qualità dell’educazione; propone attività ed esperienze per lo sviluppo delle abilità personali, per migliorare le relazioni interpersonali e per elevare la qualità della vita nel mondo dell’infanzia e dei giovani.
L’associazione è stata fondata fondata nel 1997 da Gianpiero Foglia. Nel corso degli anni ha sviluppato numerose collaborazioni con enti pubblici locali, scuola ed associazioni, in ambito sociale. V. S. Lorenzo, snc, 84095 Giffoni Valle Piana (SA).

L’Associazione “Granello di Senapa – Onlus” si è costituita nel 2000 e nasce ad iniziativa delle Suore di San Giovanni Battista con la collaborazione di alcune persone già impegnate nel campo della pastorale familiare. L’associazione, che non ha scopo di lucro, persegue fini di utilità sociale volte al bene della persona, della coppia, della famiglia e del matrimonio con l’attenzione all’amore, alla sessualità e alla vita umana dal concepimento alla morte naturale in conformità alla visione cristiana proposta nel Vangelo e nell’insegnamento del Magistero della Chiesa. Sede Via Maddalena Caputo, 23-Angri (SA).

In collaborazione con

La Fondazione Nashak, dalla sua costituzione, si pone l’obiettivo di assistere e sostenere chiunque versi in stato di bisogno, per rendere operante, nel sociale, il principio cristiano della solidarietà. Sii adopera nella prevenzione del fenomeno dell’usura anche attraverso forme di tutela, assistenza ed informazione; nello sviluppo di azioni preventive ed educative volte a raggiungere una giusta cultura anti-debito, unitamente ad un maggior senso di responsabilità individuale e sociale; nel prestare, nei confronti di chi versa in stato di difficoltà economiche o finanziarie, idonee garanzie al fine di consentire l’accesso al credito, altrimenti precluso da parte di banche, società finanziarie o enti creditizi che abbiano dato prova di responsabilità e sensibilità al problema, eventualmente istituendo sezioni speciali a sostegno delle diverse categorie (operatori economici, lavoratori dipendenti, studenti ecc.) organizza, nel predetto settore di attività, convegni, gruppi di studio e di ricerca, centri di assistenza. La Fondazione ha sede in Teggiano alla piazza IV Novembre.